Trend 2019: l’abito per lo sposo

Il dress code per essere al passo con le proposte dell’alta moda

Abito Maestrami Cerimonia, Sartoria Olimpic – Cagliari

Il trend per il 2019 prevede per lo sposo una raffinatezza essenziale, data dall’accurata scelta di linee stilistiche esclusive, decori delicati e soprattutto grande attenzione per la qualità dei tessuti.

La parola d’ordine per la nuova stagione è innovazione, che nasce dalla fusione tra ispirazione retrò e rivisitazione contemporanea, dando vita a creazioni dallo spirito dandy e alternativo.

Abito Maestrami Cerimonia, Sartoria Olimpic – Cagliari

Il modello principe del 2019 sarà lo smoking, caratterizzato da linee fit con giacche corte e aderenti e collo alla coreana o a “scialle”, immancabilmente abbinato al papillon nero, in seta o gros-grain. Per quanto riguarda i tessuti saranno da prediligere quelli naturali, come la lana leggera sfruttabile nei vari periodi dell’anno, mentre i colori predominanti saranno il blu ed il nero, con l’uso delle tonalità molto chiare del grigio riservato ai decori.

La camicia sarà bianca o in nuances chiare, mentre la cravatta, dai colori sobri, sarà presente solo nei casi in cui non si opti per il collo alla coreana o guru.

Per quanto riguarda accessori e dettagli, i gemelli dovranno essere sobri e delicati, preferibilmente in oro bianco o argento, mentre il fazzoletto da taschino, piegato a triangolo, a due punte o a sbuffo, se indossato insieme alla cravatta non andrà abbinato a quest’ultima, ma dovrà essere di tessuto differente e cromia complementare.

Sabatteri – Sanluri. Ph: AV Studio

Lo sposo che opterà invece per un modaiolo look dandy non potrà rinunciare alle bretelle, che risulteranno particolarmente raffinate se scelte ad esempio in raso bianco.

Le scarpe saranno rigorosamente con allacciatura Oxford nel caso in cui si dovesse utilizzare il tight, mentre si potranno scegliere delle calzature con allacciatura aperta Derby per cerimonie meno formali, oppure dei mocassini, ma solo in occasioni particolari come nel caso di un matrimonio in spiaggia. Le calze infine, elemento d’eleganza immancabile da abbinare con sapienza all’abito, saranno in tinta unita o con micro fantasie originali ma discrete.

La regola fondamentale rimarrà comunque quella di scegliere un

Sabatteri – Sanluri. Ph: AV Studio

dress code coerente con la location della cerimonia: ed allora non si sbaglierà optando per abiti chiari destrutturati in lino o cotone per la spiaggia, uno spezzato con giacca sartoriale e pantaloni per occasioni non particolarmente formali, un abito scuro con giacca doppio petto o un tre pezzi per un matrimonio in città e il tight per una cerimonia estremamente raffinata.