Matrimonio tema lavanda

 Tra le numerose credenze e leggende della lavanda, una delle più antiche è legata alla dea Venere e ai riti magici dell’amore. Grazie al suo profumo, infatti, si credeva che la lavanda potesse attirare gli uomini e quindi essere perfetta per gli incantesimi d’amore. Ma non solo, era usata per garantire, oltre all’amore, anche felicità, protezione, purificazione e gioia. Da queste credenze nacque la tradizione popolare con la quale si pretendeva che per assicurare felicità e prosperità alla futura sposa, le spighe di lavanda dovessero essere messe all’interno del suo corredo.  Scoperto il suo significato beneaugurante, la lavanda può diventare il mood di un matrimonio dal gusto retrò. Questa pianta, che riecheggia lo stile provenzale, trova la sua massima espressione in scenari campestri. La particolarità del matrimonio con tema lavanda sta proprio nel riuscire ad immergere gli invitati in un’ atmosfera distesa e inebriata da un  profumo avvolgente.  Il legno, i vasellami di una volta, la carta riciclata, sono tutti elementi che si prestano ad esaltare questo tipo di atmosfera e a renderla ancora più raffinata.  Il richiamo alla lavanda può avvenire  anche attraverso l’utilizzo di tessuti dalle tonalità del lillà che andranno a colorare i dettagli dell’abito da sposa, delle partecipazioni, del tovagliato ecc. La pianta di lavanda  può essere presentata, negli allestimenti floreali, nel bouquet, mentre, i semi  possono essere lanciati insieme al riso agli sposi quando escono dalla chiesa. Ancora, come bomboniera in esclusivi  sacchetti profuma biancheria o, in alternativa,  dei vasetti di  miele di lavanda selvatica, tipico della Sardegna.