Matrimonio con la pioggia

Cosa fare in questo caso?

Anche se ci sposa d’estate, uno dei tanti ospiti da tenere in considerazione è senz’altro la pioggia.
Non si può organizzare un matrimonio all’aperto senza averla inserita nella lista degli invitati.
Immagina cosa accadrebbe se, nel bel mezzo della festa, iniziasse a piovere e non ci fosse un adeguato riparo per tutti?
Gli invitati andrebbero via (come biasimarli!) e gli sposi si ritroverebbero da soli a festeggiare.
Per cui, la soluzione è molto semplice,  basta  inserirla all’interno della lista degli ospiti per evitare che diventi la causa di una cattiva riuscita dell’evento.
Cosa fare quindi in questo? 
Oltre al giusto spirito, la soluzione più pratica è avere programmato il famosissimo piano B. 
Quindi, se si sceglie di celebrare il matrimonio in giardino o in spiaggia, è d’obbligo avere disponibile un posto al chiuso in cui ripararsi in caso di pioggia improvvisa come spesso capita nella stagione estiva.
Esistono anche dei gazebo che potrebbero salvare la situazione ma è sempre preferibile avere una struttura nelle vicinanze.
Una volta pensato a questo, gli sposi potranno dormire sogni tranquilli evitando l’ansia da condizioni meteo.
Inoltre, la pioggia potrebbe regalare al matrimonio luci e  atmosfere di grande effetto  per gli scatti fotografici.
Anche l’ombrello  può  diventare lo strumento per una scenografia divertente e, se non si trova il tempo di acquistarli si possono avvisare  anche all’ultimo gli invitati chiedendo loro di portarlo e scegliere magari tra quelli più colorati.
Oltre all’ombrello, la sposa potrebbe portare con sé quei divertentissimi stivali di gomma.
La varietà dei colori e dei modelli e tale che, anche questo accessorio,  potrebbe diventare un’occasione divertente per non rinunciare a qualche fotografia all’aperto. E po, come dice il detto:  “Sposa bagnata, sposa fortunata!”