Viaggio di nozze

Ma perchè il viaggio  che segue il matrimonio viene chiamato così?  L'origine del nome, non è chiara. Pertanto, si possono fare solo delle ipotesi. Quella più antica fa risalire l'espressione ai tempi di Babilonia. In tale periodo era uso regalare alle coppie di sposi una quantità di idromele (un liquore al miele) che era sufficiente per un mese. Si pensava che tale bevanda garantisse fertilità. Nonostante l'origine babilonese sia dubbia, l'abitudine di regalare idromele agli sposini era comune nell'antica Roma e nel medioevo. Ma, per tornare ai nostri giorni, oggi, la luna di miele, diventa un viaggio. Il viaggio di nozze, appunto.  Quello che, se non si vive, verrà rimpianto per sempre.  Ed'è per questo motivo, che molte coppie, pur di non rinunciarvi, decidono di depositare parte della loro lista nozze nelle Agenzie di Viaggio.
Queste, raccolgono le quote per il viaggio che gli sposi hanno scelto. Volendo, gli invitati possono regalare anche un pacchetto all'interno del viaggio stesso: come il volo aereo, un trattamento relax, la suite della prima notte o un'escursione.
Per gli sposi più esigenti, gli operatori sono in grado di costruire una vacanza studiata nei minimi dettagli attorno ai desideri della coppia e saranno in grado di fornire preziosi informazioni sul luogo che si andrà a visitare: documenti, vaccinazioni ecc.
Viaggiare informati è importante sopratutto, per i più avventurosi. Per avere qualche indicazione in più, si consiglia di visitare il sito fornito dal Ministero degli Affari Esteri: www.viaggiaresicuri.it.
Per i diritti del viaggiaotore consumatore, vale la pena visitare il sito www.euroconsumatori.org

Lascia un commento

Enter Captcha Here : *

Reload Image