Psicologia matrimonio: La resilienza di coppia

Esistono tante coppie che, seppur messe a dura prova dagli eventi della vita, vanno avanti sempre più unite e ci si chiede “come possa esser possibile”?
Sono coppie solide, i cui componenti si aprono l’uno all’altro condividendo i vissuti personali e in cui il rispetto e la fiducia la fanno da padroni. Lo spazio vitale di entrambi viene rispettato e la coppia non è solo il risultato della somma dei due individui che la compongono, ma anche di caratteristiche nuove ed originali date dalla loro continua interazione.
Come si fa ad andare avanti serenamente nonostante il passare del tempo, l’età, i problemi che la vita spesso e volentieri non ci risparmia?
La resilienza di coppia, ovvero la capacità di superare le difficoltà e di uscirne rafforzati, ha un ruolo fondamentale. Ogni persona può farne esperienza, così come ogni coppia, ogni famiglia e gruppo. Nonostante tutto, la coppia può essere salvaguardata, difesa e non persa di vista.
La resilienza viene sperimentata e coltivata ogni volta che ci si trova ad affrontare una crisi, più o meno importante. La convinzione di poter riuscire a superarla porta ad aver un atteggiamento maturo che conduce alla sua risoluzione.
Nel sistema-coppia è necessario non perdersi di vista e tenere una comunicazione chiara, ben salda, basata sulla condivisione dei propri vissuti e l’interscambio. Fare un bilancio di quelli che sono gli obiettivi in comune e quelli individuali.
Nei momenti duri, permettere a chi viene più colpito di non sentirsi solo ma appoggiato dall’altro. Concedergli di poter soffrire, manifestare ed elaborare il dolore per poi risollevarsi più forte di prima.
In momenti di crisi la coppia può aver bisogno di esser supportata da persone esterne anche solo con un po’ di distrazione, di poter dimenticare per qualche ora i problemi e rigenerarsi.
Tante persone tendono ad affrontare i momenti difficili escludendo i partner, a volte per proteggerli, altre per carenza di condivisione o perché abituati da sempre a far così. Il rischio in questi casi è di allontanarsi dal sistema a due, indebolendolo e ponendolo di fronte ad infauste conseguenze senza tutelarlo. Se si riesce ad evitare questo e ad accompagnarsi vicendevolmente nei vissuti negativi, inevitabilmente se ne uscirà più forti e sicuri di se. Attraverso un sano confronto si potranno trarre degli insegnamenti e riuscire a vedere qualcosa di positivo dall’esperienza. Insomma, ciò che vale per il singolo individuo può valere anche per il sistema-coppia, in cui tutto si trova ad essere gestito dalla coesione, dalla complicità e maturità dei due componenti. Molto difficile, ammetto, ma non impossibile.

Caterina Steri
Psicologa –Psicoterapeuta
Riceve per appuntamento a Cagliari, Nuoro e Villacidro
cell. 320 7297686
caterina.steri@tiscali.it
Blog "Gocce di Psicoterapia"
http://caterinasteri.blog.tiscali.it/